Home/ Attualità/ La "febbre" per i giochi d'azzardo
Le abitudini dei turisti in vacanza Le abitudini dei turisti in vacanza

Turista che vai, abitudini che trovi : ogni nazionalità ha le sue caratteristiche.

Una reliquia e una mostra per la beatificazione di Giovanni Paolo II Una reliquia e una mostra per la beatificazione di Giovanni Paolo II

Santo subito : a sei anni dal transito di Sua Santità Giovanni Paolo II e a conclusione dell'iter...

Napoli , 200 tonnellate di rifuti bruciati al campo rom non rimossi Napoli , 200 tonnellate di rifuti bruciati al campo rom non rimossi

Incredibile che a distanza di quasi un mese ben 200 tonnellate di rifiuti abusivi in prossimità di...


Epatite C , tatuaggi e piercing tra le cause

La larga diffusione di tatuaggi e piercing sta favorendo l'insorgenza dell'epatite di tipo C

L'Emicrania , il mal di testa che affligge più...

Mal di testa ed emicrania sono la stessa cosa? Sono più colpite le donne o gli uomini?

Gerry Scotti lascia La Corrida a Flavio Insinna

La Corrida, che fu del simpatico Corrado Mantoni, e dopo Gerry Scotti sta per passare a Flavio...

Mauro Marin e Sarah Nile hanno fatto pace, e per...

In prima pagina della copertina di Visto Mauro Marin e Sarah Nile brindano alla pace : sarà pace...

X-Factor 4 , il dopo Morgan, che confusione

Due cose sono certe : X-Factor 4 si farà e il conduttore sarà Francesco Fachinetti : per i...

La "febbre" per i giochi d'azzardo

Emergenza scommesse: la "febbre" per i giochi d'azzardo
Tue, 03 Feb 2009 17:35:00

Emergenza scommesse: i giochi d'azzardo

Che si tratti di Superenalotto, Gratta e vinci o lotterie e slot-machine, quattro italiani su cinque preferiscono tentare la fortuna e sfidare la dea bendata per dare un calcio alla crisi.
Nel 2008 il mercato delle scommetsse è cresciuto dell'11% e per il 2009 si prevede un ulteriore incremento dell'8%. C'è chi vuole incassare a tutti i costi la posta in gioco anche se in realtà un solo scommettitore ha la meglio, e questo è lo Stato. Dopo Eni e la Fiat, l'industria delle scommesse si piazza infatti al terzo posto dei più importanti azionisti italiani consentendo al governo di incassare dividendi sempre in crescendo.
Soprattutto in periodi difficili come questo, gli italiani sperano nel 'colpo grosso', quello che può cambiargli radicalmente la vita, consentendogli di realizzare sogni irrealizzati, subito come d'incanto senza perdere altro tempo. Non a caso tra i desideri espressi da chi aveva acquistato il biglietto della Lotteria Italia quest'anno c'era quello di comprare casa, l'ambito mattone ancora in vetta ai sogni dell' Italiano medio.
Un fenomeno quello delle scommesse che tocca, in modo trasversale tutto lo stivale cosichè, da Nord a Sud, tutte le ricevitorie sono sempre stracolme. Ma secondo un'indagine statistica Pavia è la città che con 1.417 euro giocati procapite, rappresenta la provincia dove si è giocato di più nell'anno 2008. Caserta e Napoli rispettivamente con il 12,7 e l'11,4% del reddito procapite, sono invece le città in cui si sono giocate più scommesse. La passione per il gioco può diventare se esercitata ai limiti del patologico, anche una dipendenza. Altri numeri: 800 euro, la cifra media annua spesa dagli Italiani per giocare, 30 milioni sono gli Italiani che almeno una volta al giorno tentano la sorte, 1,3% gli italiani che rischiano la dipendenza da gioco d'azzardo.
Quella per esempio per i video poker è una shiavitù che ha causato in Italia la rovina di milioni di famiglie tanto da costringere lo Stato a proibirne la diffusione nei bar e nelle sale giochi. Oggi le cosiddette 'macchinette mangia soldi' sono ritornate ad essere legali anche se collegate 24 ore su 24 al Ministero delle Finanze che vigila e interviene se il collegamento si interrompe.
Da sole le macchinette hanno conquistato il 45% del mercato delle scommesse, seguite dal Gratta e vinci e dall'intramontabile Lotto.
Fino a quando si tenta la fortuna così per curiosità e per sfidare di tanto in tanto la sorte, perchè no, ma quando il giocatore diventa alla stregua di un tossicomane che non può fare a meno della slot o della ricevitoria, allora meglio correre ai ripari e rivolgersi a strutture destinate a sostenere chi soffre di disturbi del genere. In Friuli, in privincia di Udine nel 1998 è nato un centro terapeutico per giocatori d'azzardo e familiari. Oggi gruppi del genere sono presenti in tutta Italia.


 

Potresti essere interessato anche a leggere :

»  Henry Winkler, in arte Fonzie, ora scrive libri per bambini

Ricordate il meccanico rubacuori della celebre Happy Days? Il Fonzie dal giubotto nero? Ora è uno...

»  Cinture di Sicurezza : a Napoli sono un optional e per parcheggiare c'è il tesserino invalidi

Sembra incredibile ma all'indomani della patente a punti la cintura di sicurezza , a Napoli, veniva...

»  L'assicurazione auto in Italia è la più cara e ora anche le assicurazioni fantasma

Sembra incredibile ma il sistema Italia è da riformare da cima a fondo : dopo la sconcertante...

»  Perchè le TAC in Campania costano di più che in altre regioni?

Pare che TAC in Campania costi al contribuente 1.554 euro contro i 1.027 euro dell'Emilia Romagna....

»  L'AMORE ALLA FINE DELL'AMORE, DALLA PARTE DEL PADRE

Le separazioni continuano a sgretolare le famiglie : a farne le spese sono per lo più i papà :...

     


© 2000-2010 vos.it R&A
Privacy policy

Ogni diritto riservato. Vietata la riproduzione di testi e foto anche parziale

Powered by: PHPCow.com