Home/ Attualità/ Cinture di Sicurezza : a Napoli sono un optional e per parcheggiare c'è il tesserino invalidi
Le abitudini dei turisti in vacanza Le abitudini dei turisti in vacanza

Turista che vai, abitudini che trovi : ogni nazionalità ha le sue caratteristiche.

Una reliquia e una mostra per la beatificazione di Giovanni Paolo II Una reliquia e una mostra per la beatificazione di Giovanni Paolo II

Santo subito : a sei anni dal transito di Sua Santità Giovanni Paolo II e a conclusione dell'iter...

Napoli , 200 tonnellate di rifuti bruciati al campo rom non rimossi Napoli , 200 tonnellate di rifuti bruciati al campo rom non rimossi

Incredibile che a distanza di quasi un mese ben 200 tonnellate di rifiuti abusivi in prossimità di...


Epatite C , tatuaggi e piercing tra le cause

La larga diffusione di tatuaggi e piercing sta favorendo l'insorgenza dell'epatite di tipo C

L'Emicrania , il mal di testa che affligge più...

Mal di testa ed emicrania sono la stessa cosa? Sono più colpite le donne o gli uomini?

Gerry Scotti lascia La Corrida a Flavio Insinna

La Corrida, che fu del simpatico Corrado Mantoni, e dopo Gerry Scotti sta per passare a Flavio...

Mauro Marin e Sarah Nile hanno fatto pace, e per...

In prima pagina della copertina di Visto Mauro Marin e Sarah Nile brindano alla pace : sarà pace...

X-Factor 4 , il dopo Morgan, che confusione

Due cose sono certe : X-Factor 4 si farà e il conduttore sarà Francesco Fachinetti : per i...

Cinture di Sicurezza : a Napoli sono un optional e per parcheggiare c'è il tesserino invalidi

Sembra incredibile ma all'indomani della patente a punti la cintura di sicurezza , a Napoli, veniva indossata dal 90 % dei Napoletani. Oggi è solo un optional
Wed, 09 Jun 2010 12:57:00

La cintura di sicurezza a Napoli è un optional

Che Napoli, la bellissima Napoli, fosse una città caotica, indisciplinta anche se volete è risaputo , ma se lo è per la naturale indisciplina dei napoletani o per un assenza totale di controlli questo non è dato di sapere, ma solo intuibile.
Ma basta fermarsi qualche minuto per alcune delle principali strade cittadine , a qualche incrocio e osservare attentamente gli automobilisti alla guida : si scoprirà, come abbiamo scoperto, che il 90 % degli automobilisti non indossa le cinture di sicurezza e questo , spesso, sotto gli occhi di forze dell'ordine e vigili urbani.

E' vero che Napoli meriterebbe il premio Nobel per l'inventiva : fu proprio nella cittadina ai piedi del Vesuvio che fu inventata la maglietta con su disegnata la cintura e che forniva, dall'esterno, l'impressione che fosse indossata, ma sicuramente la cittadina non merita quello per la disciplina.
Ad esempio le strade che afferiscono a via Gianturco : fermi ad un incrocio abbiamo osservato gli automobilisti alla guida.
Su 300 auto contate ben 278 avevano il guidatore e il passeggero al suo fianco senza le cinture di sicurezza indossate, e che dire poi dei 61 guidatori che oltre a non indossare la cintura erano intenti a "chiacchiarare" amabilmente al cellulare affrontando anche le curve degli incroci con una sola mano sul volante. In pratica 278 potenziali contravventori e quindi altrettante sanzioni amministrative che sarebbero confluite nella casse del comune , ma soprattutto maggior sicurezza dei cittadini.
E questo in appena 30 minuti di stazionamento ad un incrocio, giusto per far intendere la giusta portata del problema.
E invece? Invece niente di niente : spesso questo accade sotto gli occhi di vigili urbani e forze dell'ordine.
Insomma a Napoli la cintura di sicurezza è un optional che non va di moda e quindi non si indossa.

Ma non è finita qui.
A Napoli esiste un altro "fenomeno" a cui nessuno presta attenzione e pone in essere un controllo.
Nelle strisce blu, cioè quelle che contrassegnano il parcheggio a pagamento, soprattutto in alcune zone come quelle prospicenti il Centro Direzionale, è facilissimo notare auto parcheggiate con in mostra il contrassegno arancione che indica un "invalido civile", al punto che, in alcune zone ( anche della provincia come ad esempio Portici ) ci si chiede quanti siano realmente i possessori di questo fatidico contrassegno arancione e se ne abbiano davvero il diritto e quanti contrassegni contraffatti esistano.
Sembra impossibile infatti che su 50 auto parcheggiate ben 18 recavano il contrassegno di invalidità, mentre in provincia il dato sale notevolmente : su 50 macchine parcheggiate nelle strisce blu in alcune zone si arriva alla media anche del 50 % di auto contrassegnate come "di invalidi civili".

A questo punto viene da chiedersi se si tratta di falsi invalidi, di contrassegni contraffati , magari fotocopiati, e chi dovrebbe controllare e certificare l'autenticità e il diritto all'uso : altrimenti viene da pensare che Napoli sia una città di invalidi.

Ma la cosa che viene da pensare subito è che Napoli è sempre più una città abbandonata a se stessa dove più che la disciplina è latitante chi dovrebbe farla rispettare. E questo è grave.

Potresti essere interessato anche a leggere :

»  Henry Winkler, in arte Fonzie, ora scrive libri per bambini

Ricordate il meccanico rubacuori della celebre Happy Days? Il Fonzie dal giubotto nero? Ora è uno...

»  L'assicurazione auto in Italia è la più cara e ora anche le assicurazioni fantasma

Sembra incredibile ma il sistema Italia è da riformare da cima a fondo : dopo la sconcertante...

»  Perchè le TAC in Campania costano di più che in altre regioni?

Pare che TAC in Campania costi al contribuente 1.554 euro contro i 1.027 euro dell'Emilia Romagna....

»  L'AMORE ALLA FINE DELL'AMORE, DALLA PARTE DEL PADRE

Le separazioni continuano a sgretolare le famiglie : a farne le spese sono per lo più i papà :...

»  IL PAPA DENUNCIATO DA UNA DELLE VITTIME DI LAWRENCE MURPHY

Non si placa la bufera che ha investito la Chiesa Cattolica : questa volta è una delle vittime di...

     


© 2000-2010 vos.it R&A
Privacy policy

Ogni diritto riservato. Vietata la riproduzione di testi e foto anche parziale

Powered by: PHPCow.com