Home/ Salute/ IL CORDONE OMBELICALE UN REGALO PER LA VITA
Le abitudini dei turisti in vacanza Le abitudini dei turisti in vacanza

Turista che vai, abitudini che trovi : ogni nazionalità ha le sue caratteristiche.

Una reliquia e una mostra per la beatificazione di Giovanni Paolo II Una reliquia e una mostra per la beatificazione di Giovanni Paolo II

Santo subito : a sei anni dal transito di Sua Santità Giovanni Paolo II e a conclusione dell'iter...

Napoli , 200 tonnellate di rifuti bruciati al campo rom non rimossi Napoli , 200 tonnellate di rifuti bruciati al campo rom non rimossi

Incredibile che a distanza di quasi un mese ben 200 tonnellate di rifiuti abusivi in prossimità di...


Epatite C , tatuaggi e piercing tra le cause

La larga diffusione di tatuaggi e piercing sta favorendo l'insorgenza dell'epatite di tipo C

L'Emicrania , il mal di testa che affligge più...

Mal di testa ed emicrania sono la stessa cosa? Sono più colpite le donne o gli uomini?

Gerry Scotti lascia La Corrida a Flavio Insinna

La Corrida, che fu del simpatico Corrado Mantoni, e dopo Gerry Scotti sta per passare a Flavio...

Mauro Marin e Sarah Nile hanno fatto pace, e per...

In prima pagina della copertina di Visto Mauro Marin e Sarah Nile brindano alla pace : sarà pace...

X-Factor 4 , il dopo Morgan, che confusione

Due cose sono certe : X-Factor 4 si farà e il conduttore sarà Francesco Fachinetti : per i...

IL CORDONE OMBELICALE UN REGALO PER LA VITA

Il cordone ombelicale è prezioso per la lotta contro alcune malattie come linfomi e lecucemie : ricco di cellule staminali simili a quelle del midollo. Donarlo è aiutare la vita e a debellare alcune malattie.
Sun, 19 Jul 2009 00:32:00

Il cordone ombelicale

Il sangue contenuto nel cordone ombelicale rappresenta una risorsa  preziosa per la cura di gravi malattie del sangue, come linfomi e leucemia, perchè è ricco di cellule staminali emopoietiche, simili a quelle presenti nel midollo osseo. Tali cellule generano i globuli rossi che come sappiamo svolgono il compito di trasportare l'ossigeno ai tesuti, i globuli bianchi che combattono le infezioni e le piastrine che contribuiscono alla coagulazione del sangue e possono essere trapiantate per curare patologie come alcune forme di talassemia, linfomi, alcuni tipi di immunodeficienza, determinati disturbi metabolici e leucemie.
Dunque donare un cordone ombelicale potrebbe contribuire a dare una mano alla ricerca e alla vita: è questo che devono sapere le mamme. Per chi non ha un donatore compatibile, il sangue del cordone ombelicale rappresenta un'efficace alternativa al trapianto di midollo osseo, perchè riduce il rischio di trasmissione di infezioni dal donatore al ricevente.
Inoltre, è immediatamente disponibile e, dunque, riduce i tempi di attesa per il trapianto. Il suo prelievo non comporta rischi nè per la mamma nè per il bambino: infatti, viene raccolto dopo che il cordone ombelicale è stato reciso e il piccolo già accudito dal personale sanitario.

Come avviene il prelievo

Appena il bimbo viene alla luce, il personale ostetrico preleva il sangue placentare seguendo procedure molto rigorose, e lo pone in speciali sacche monouso, etichettate con codici a barre per garantirne la tracciabilità nel assimo rispetto della privacy.
Le unità racolte vengono poi sottoposte a procedure molto rigide, per verificare l'effettiva "conservabilità del sangue raccolto. Infatti in media, solo l 40% delle donazioni ha tutte le caratteristiche richieste per essere inviato alle banche del sangue cordonale.
Qui, entro 48 ore dal prelievo, il sangue viene congelato e conservato in vapori di azoto a meno 196° C. In Italia vengono eseguite 28mila donazioni su un totale di 500mila nascite annue. Attualmente le banche autorizzate a effettuare la raccolata sul territorio nazionale sono 18, collegate a 206 sale parto abilitate al prelievo su un totale di 1.200 in tutta Italia.
In base al principio che il sangue è un bene pubblico e non può  essere soggetto a commercializzazione, in Italia è vietata la conservazione di sangue solo per uso privato. Per donare in maniera solidaristica il sangue cordonale è necessario rispettare alcune condizioni: essere in buone condizioni di salute, dare il consenso informato e fornire tutte le informazioni sulla storia clinica familiare. Non si può infatti, donare il sangue cordonale se il feto ha malformazioni congenite o la gestazione è stata inferiore a 34 settimane. E' preclusa la donazione anche a chi è positiva a epatite o Hiv, oppure ha avuto comportamenti a rischio.

Potresti essere interessato anche a leggere :

»  LE LEZIONI DI AQUA FITNESS E I BENEFICI DELL'AQUA ARMONY

E' l'acqua caldo-tiepida a favorire movimenti morbidi e rapidi : e' l'aqua armony che sviluppa...

»  COME GUARIRE DAGLI ATTACCHI DI PANICO

Molti soffrono degli attacchi di panico : non tutti sanno che si puo' guarire completamente e con...

»  MELANOMA E TUMORI CUTANEI SI CURANO CON SUCCESSO

Il melanoma, e in genere tutti i tumori cutanei, oggi si cura con successo in oltre l'80 per cento...

»  IL NEO E IL MELANOMA : E' BENE CONTROLLARE LA PELLE

I nei e i melanomi sono la costante preoccupazione di molte donne : un dermatologo sapra' bene...

»  OCCHIALI DA VISTA PER PROTEGGERSI DA TV E COMPUTER

Proteggere gli occhi con buoni occhiali da vista e' ormai sempre piu' frequente : secondo l'Istat...

     


© 2000-2010 vos.it R&A
Privacy policy

Ogni diritto riservato. Vietata la riproduzione di testi e foto anche parziale

Powered by: PHPCow.com